Antonella Zagaroli

Le Poesie



da Poesie in riva al Tevere

Dopo mille e mille geni è roco il respiro,
aliti nervosi accompagnano l’onda alla foce

intrappolano l’essenza marina
macigni detriti marciumi

ma Roma in te si specchia ancora.
Nei tuoi cerchi concentrici, i poeti

spogliano il tuo nome
con loro resisti, diventi oceano

Roma, 2012





da Terre d'anima

Ho suonato il Verbo
l'ho visto tra i vostri capelli,
nei piedi e nelle mani scorreva,
sorrideva, talvolta spingeva troppo oltre
nel silenzio, nell'urlo
e nel mio verde desiderio d'equilibrio.

1996





da How the Trojan War Ended
I Don't Remember

Roma

con aliti di giallo nei palazzi
sotto cieli vestiti di angoli
strade fra cortei al neon
irriverenti e in cadenza
nella fragranza di arie
si soffermano sui ciottoli

ombre annoiate dal rumore
echeggiano al buoio, le insegne
abbagliano lusinghe
iniziative del fastidio quotidiano,
le illunate stelle
orgiasticamente azzurre
irrorano menzogne

1988



da Italian Poetry Review

Formi nella mente il paesaggio
vibrante di promesse e viaggi
per restaurare diaspore
e rovine

e ti svesti il grembo
per svestire a confronto la morte

che riappaia viva nel salino
fra i tuoi fianchi
con pienezza di sementi in cerchi
se dentro quel paesaggio d'acquitrino
getto un sasso.

26 luglio 2010







da Cara Poeta

Sul foglio bianco

Non so perché è
già vecchio il tempo quando comincia
la scrittura. La penna segue le idee,
prosegue ancora spenta sui fogli
bianchi. Solo per lei
si consumano odori, stabilmente inquieti
e sordi a quel dire lontano. "Non c'ero
e continuerò a non esserci
perché mi sovrasta il desiderio,
la continuità, l'impossibilità di stendermi
fra i percorsi della mente, riannodando
il cielo, la vita, la voglia e la pace".

Intimità verso sogni e
spazio in equilibrio.

da Counseling e poesia, 1994

Contatti

  Antonella Zagaroli -   Via Dante Alighieri, 101 - San Quirico d'Orcia 53027 (SI)

zantonella@hotmail.com - antonella.zagaroli@gmail.com
+39 338 4670931
Top